Untersberg la Montagna delle Sparizioni, si trova in Europa ed è un rompicapo di misteri.

Strani misteri sembrano gravitare in alcuni luoghi, e stranezze ed enigmi si raccolgono attorno a questi posti ancora di più se nei paesi vicini iniziano a succedere strane sparizioni. Qui in questi regni dello strano possiamo trovare un miscuglio di leggende, miti e casi reali di inspiegabile manifestazione. Un luogo che ha dimostrato di essere perfetto per alcune storie davvero misteriose è una montagna che si trova in uno dei luoghi più belli d’Europa e che forse nasconde la sua vera, sinistra natura in un’impiallacciatura di magnificenza naturale.

Situato tra le Alpi di Berchtesgaden, che si trovano a cavallo tra il confine tra Berchtesgaden, Germania e Salisburgo, Austria e che incombe sul bacino del Salisburgo e sulla valle di Salzach una montagna, tecnicamente un massiccio, noto come Untersberg, che si traduce direttamente in “sotto-montagna . ”Famosa soprattutto per la sua forma sbilenca e per essere stata rappresentata nel film musicale amato The Sound of Music , e che si erge a circa 1.973 metri sopra i suoi panorami circostanti, la montagna ha una presenza imponente ed è una destinazione popolare per i turisti dalla vicina Salisburgo, in Austria, che vengono qui per vedere lo straordinario splendore naturale in mostra e godersi una miriade di attività all’aperto.

Untersberg la montagna maledetta

Questa maestosa formazione, con la sua vasta bellezza naturale, ha anche una serie di strane leggende associate ad essa, come ad esempio che è il luogo di riposo del Sacro Romano Imperatore Federico Barbarossa (1122-1190), che si dice dorma lì in attesa di un risurrezione che preannuncerà la fine del mondo e un’altra nota leggenda che dice che il grande re Carlo Magno vive sulle viscere o all’interno delle montagne circondato da creature simili a nani chiamate Untersberger Mandln. In effetti si dice da tempo che la montagna sia abitata da vari demoni, spiriti, strane bestie, civiltà perdute ed esseri simili a nani. Furono leggende come queste che presumibilmente attirarono l’attenzione di Hitler, che per certi versi divenne assolutamente ossessionato dalla misteriosa montagna, costruendo una casa sul vicino Monte. Berghof, al confine con l’Austria, da cui presumibilmente osservava fanaticamente l’Untersberg con speciali telescopi ad alta potenza. Si dice che credesse che la montagna contenesse energie ed entità soprannaturali che sperava di sfruttare e domare per i suoi scopi malvagi.

Non è noto se la montagna detenga davvero tali segreti paranormali o meno, ma sicuramente ci sono vari racconti molto misteriosi che circondano questo luogo, spesso mescolati indissolubilmente con leggende e tradizioni, e Untersberg è diventato noto come un luogo molto ricco di folklore per tutti gli appassionati. Un fenomeno costantemente segnalato dai turisti è che qui il tempo scorre in maniera strana e a volte risulta mancante e di ritrovarsi improvvisamente in un’area diversa senza alcuna spiegazione, come se si fosse teletrasportati spontaneamente. Gli escursionisti hanno riferito di aver perso conoscenza e poi di svegliarsi in una parte sconosciuta della montagna con minuti o ore mancanti e non giustificati. In alcuni di questi strani rapporti la persona ha inspiegabilmente viaggiato a molte miglia di distanza nel giro di pochi minuti,

Untersberg

Una delle storie più strane riguardo alle anomalie del tempo mancante e del teletrasporto a Untersberg è stata descritta dall’autore austriaco che si chiamava Stan Wolf, il suo pseudonimo, in un libro del 2011 intitolato Gems of Dominion: Mysterious Mount Untersberg, che ha finito per espandersi e comprendere ben 6 volumi. Wolf affermò di essere effettivamente andato in montagna con un amico e di aver cercato attivamente questi fenomeni orari, trovando in realtà alcuni luoghi in cui i loro orologi sarebbero divergenti per secondi o minuti. Dopo aver esplorato la zona, Wolf afferma di aver incontrato un gruppo di uomini che vivevano in una delle tante grotte della montagna e che queste persone sostenevano di essere soldati delle SS della Seconda Guerra Mondiale, ancora giovani e sotto il comando del famigerato generale delle SS Hans Kammler. Stranamente, i presunti soldati sembravano non avere idea che fossero passati così tanti anni e sembravano davvero credere che la guerra fosse finita solo pochi mesi prima. Wolf quindi accerta che la grotta in cui si erano nascosti mostra una grave anomalia temporale, con il tempo che scorre ad un ritmo molto più lento all’interno dei suoi confini.

La spiegazione di Wolf per le anomalie temporali è tanto lontana quanto i fenomeni stessi. Afferma che nel 1220, un gruppo di cavalieri templari di ritorno da una crociata si trovava nelle terre selvagge della Mesopotamia quando improvvisamente incontrarono un’apparizione nella forma della dea Isais, che ordinò loro di costruire una dimora sul lontano Untersberg. La dea avrebbe quindi dato loro strane gemme nere chiamate “Gemme del Dominio” da portare con sé. I cavalieri fecero come gli era stato detto e costruirono un tempio per Isais all’interno di una caverna nella montagna, dopo di che sarebbe riapparsa con una serie di profezie e informazioni riguardanti una varietà di conoscenze segrete, come la posizione del Santo Graal. Si dice che queste Gemme del Dominio abbiano il potere di rallentare il tempo, tra le varie altre abilità.

Portali su altre dimensioni nell’Untersberg

Molte cose sono troppo insondabili per scriverle in quel modo. Forse dovrebbero anche rimanere nascosti, perché la mente umana accetta solo ciò che ha familiarità. Pertanto sto scrivendo questo libro sotto mentite spoglie di un romanzo. Spetta a ciascun lettore decidere cosa riconoscere come vero.

Related Post

Per qualcuno questo libro è vero, per altri è solo un mucchio di assurdità inventate e c’è chi pensa che sia una miscela di entrambi. Chissà? Un’altra idea è che questi casi di presunti spostamenti temporali o spaziali potrebbero essere dovuti a numerosi portali sparsi per la montagna che presumibilmente portano ad altri regni o dimensioni. I tedeschi apparentemente credevano che tali portali potessero essere trovati nelle estese reti di caverne della montagna, e in effetti alla fine della guerra si dice che molti degli uomini di Hitler si siano ritirati in queste grotte per sfuggire in altre dimensioni, per non essere mai più visti . Altri hanno riferito di aver attraversato città o villaggi che non erano presenti alla loro prima visita.

Qualunque sia la causa di questi fenomeni, potrebbe essere collegato a uno dei più grandi misteri dell’Untersberg, che è quello delle sparizioni persistenti che presumibilmente si sono verificate qui, con centinaia di persone che sono scomparse qui per non essere mai più viste. Ciò sembra accadere così spesso che i giornali della regione riportano regolarmente storie di persone scomparse sulla montagna, come la sparizione nel 2001 del 39enne Max Brandl, che il 19 ottobre di quell’anno ha parcheggiato la sua auto lungo un perscorso d’escursione , partì per una passeggiata e non tornò più. Un’ampia ricerca di 7 mesi ha esaminato l’intera area e non ha trovato nessuna traccia dell’uomo scomparso. C’è anche il caso di una giovane coppia che è scomparsa qui nel 2008, ma non è stata individuata nonostante le intense ricerche terrestri e aeree. E ancora e ancora, con l’area considerata avere un numero sproporzionato di tali sparizioni. Un’idea è che queste persone siano cadute in una delle tante grotte e caverne della zona, ma altre indicano forze più misteriose al lavoro.

Ancora più bizzarri sono i casi di persone scomparse sull’Untersberg che sono svanite per riapparire solo in circostanze strane e misteriose. Uno di questi racconti è quello di un cacciatore di nome Michael Hulzogger, che nel 1738 scomparve nel nulla sulla montagna. Esattamente un anno dopo, l’uomo scomparso si avvicinò vagamente al suo servizio funebre in uno stato confusionale. Apparentemente si rifiutò di dire a chiunque dove fosse stato o che cosa avesse passato, accettando infine di raccontare solo l’arcivescovo Firman di Salzberg, che era così sconvolto da ciò che sentì che secondo quanto riferito si dimise dalla sua posizione e non ne parlò mai più.

Untersberg

Si narra che un racconto ancora più strano sia avvenuto nel 1858, quando un’intera processione nuziale sostenne che mentre camminavano lungo un sentiero di montagna mentre si recavano al ricevimento di nozze, si aprì una parete di roccia da cui emerse un anziano dai capelli grigi che invitò loro di seguirlo. Quando il gruppo attraversò il passaggio misterioso, si ritrovarono in una vasta città sotto la montagna con una ricchezza di oro, gioielli e un ambiente lussuoso. La festa fu un ricco buffet di cibi e bevande e poi presumibilmente si addormentarono tutti. Quando si svegliarono, si ritrovarono in un ambiente diverso tra le persone che parlavano in modo strano e indossavano abiti strani. Tornarono in chiesa dove avevano avuto luogo le nozze, ma anche questo posto sembrava diverso e anche il prete era una persona diversa. Quando dissero al prete cosa era successo e chiesero dove fosse il resto del matrimonio, lui riferì che non avesse idea di cosa stessero parlando. Il sacerdote decise di studiare la cosa e scoprì che una processione nuziale era svanita nella zona, ma il dettaglio più bizzarro di tutti era che erano scomparsi più di cento anni prima.

Uno dei casi più recenti e più noti di questi strani casi riguarda un gruppo di tre turisti di Monaco, tra cui una coppia di sposi, scomparsi mentre esploravano la montagna nel 1987. L’unica traccia trovata fu la loro auto abbandonata, e presumibilmente nessun altro segno è stato scoperto nonostante una ricerca massiccia. Le persone scomparse erano considerate solo altre vittime della montagna, ma tre mesi dopo i parenti del gruppo scomparso ricevettero una telefonata che spiegava che erano su una nave nel Mar Rosso diretta ad Alessandria, in Egitto. Quando è stato chiesto dove fossero stati durante i 3 mesi precedenti, nessuno di loro sembrava avere idea di dove fossero stati o perché si trovassero su quella nave, e in effetti sembravano non essere nemmeno consapevoli che era passato così tanto tempo.

Per quanto sia un luogo di bellezza e panorami incantevoli, l’Untersberg è anche un luogo dagli strani misteri e fenomeni inspiegabili. È un luogo di mito, leggenda e stranezza che può forse essere sempre al di là della nostra capacità di comprensione. Qualunque siano le risposte a questi vari enigmi, questo è un posto ancora impregnato di una miscela di leggenda, mito e fenomeni inspiegabili, un luogo tanto bizzarro quanto bello.

Post Correlati

Loading...
Leave a Comment