Alcuni dei misteri più interessanti del passato sono quegli artefatti che sembrano sfidare tutti i tentativi di comprendere le loro vere origini e che molto spesso mostrano anomalie che non possiamo spiegare. Per anni sono stati trovati in vari luoghi sparsi per la Scandinavia, il Mar Baltico e altre aree del nord Europa una collezione di 170 spade vichinghe datate tra l’800 e il 1.000 d.C. che hanno alcuni tratti in comune che le rendono incredibilmente uniche e strane curiosità storiche circondate dal mistero. Ognuna di queste spade è inscritta con la parola Ulfberht, che è incorniciata da due croci, e tutte sono affilate e forti ben oltre ciò che avrebbe dovuto essere possibile al momento, lanciando queste spade negli annali dei grandi misteri storici, con molte domande alle quali ancora dobbiamo dare una risposta.

Il mistero principale con le spade Ulfberht è proprio come sono state fatte. Queste armi sono state fabbricate usando un materiale noto come acciaio per crogioli, che è straordinariamente puro e ha un alto contenuto di carbonio fino all’1,2%, rendendole molto più forti e più formidabili delle altre spade disponibili nella regione durante quell’epoca, e sono state forgiate in un modo che era molto in anticipo sui tempi. Per creare queste spade particolari, sarebbe stato necessario riscaldare il ferro a circa 1.600 ° C, a quel punto le impurità vengono liquefatte e altri ingredienti come il carbonio vengono aggiunti all’impasto per creare l’acciaio. È un processo estremamente complesso e difficile, e il prodotto che ne risulta è un’arma relativamente leggera e quasi priva di impurità, sostenuta da una quantità di carbonio molto maggiore di quella tipica dell’epoca,

È molto impressionante, e questa è una tecnologia di cui siamo ben consapevoli oggi, ma il fatto è che si ritiene che i metodi per riscaldare il metallo a questo livello non fossero in uso nella regione fino alla Rivoluzione industriale del 1800 e 1900, quasi 1.000 anni dopo la data in cui furono fabbricate queste spade Ulfberht. Quando questi sono state realizzate, il metodo principale per sbarazzarsi delle impurità nel metallo era solo un buon grasso per gomiti vecchio stile, martellando manualmente e scrupolosamente il ferro a mano per ore e ore. All’epoca non c’erano fornaci conosciute in grado di forgiare ciò che stiamo vedendo con questi esemplari, e tali spade avrebbero infuso timore reverenziale in coloro che le avevano viste durante nell’era vichinga, e sarebbero stati significativamente più efficaci in combattimento e visti come manufatti leggendari che potrebbero anche essere stati magici.

I fabbri moderni hanno cercato di ricreare la composizione unica delle spade usando la tecnologia medievale disponibile al momento, ed è stato ipotizzato che sarebbe stato estremamente difficile, se non impossibile, farlo senza l’aiuto delle abilità di fabbricazione della spada conosciute allora, soltanto in Medio Oriente, dove si sapeva che le lame ad alto tenore di carbonio venivano prodotte nella forma del misterioso metallo noto come acciaio di Damasco. I semi della tecnologia avrebbero potuto essere trasferiti attraverso rotte commerciali come quella che si estendeva fino al Mar Caspio lungo il fiume Volga, ma anche così, anche la produzione di acciaio di Damasco rimane un mistero in sé che non sarebbe stato prontamente condiviso con gli estranei, e è anche diverso da quello che si vede nelle spade Ulfberht. Inoltre sarebbe stato ancora un processo laborioso su una tecnica non nota nella regione, e sono state trovate prove che molto probabilmente le spade sono state forgiate molto vicino a dove sono state trovate, rendendo la loro composizione ancora più sconcertante. È possibile che qualcuno nell’Europa settentrionale sia riuscito a sviluppare autonomamente questa ambita tecnologia da solo, ma chiunque fosse e come l’hanno effettivamente fatto, si è perso nella notte dei tempi.

Oltre alla tecnologia avanzata utilizzata, anche un mistero è che nessuno è davvero sicuro di cosa significhi il nome Ulfberht o perché sia ​​stato faticosamente inciso nelle spade con quello che sarebbe stata una grande quantità di lavoro extra che avrebbe aumentato drasticamente il prezzo di un’attrezzatura già indubbiamente costosa. Inizialmente si pensava che il nome fosse quello di un fabbricante di spade, ma siccome molte di queste “Spade Ulfberht” furono scoperte, i seguenti studi rivelarono che erano state prodotte in un arco di tempo di oltre 200 anni e sarebbe stato impossibile per una persona sola averle create tutte. Ciò ha portato all’idea che avrebbe potuto essere una sorta di marchio, ma chi le ha create in primo luogo rimane un enigma. Quasi l’unica cosa conosciuta sul nome è che è probabilmente un nome personale di origine franca, ma questo è tutto. Inoltre non è noto perché sarebbe così importante passare attraverso il processo ad alta intensità di lavoro di iscrivere in modo così evidente il marchio nelle spade, un processo che correva anche il rischio di danneggiare effettivamente le armi se non fosse stato fatto correttamente. Qualunque sia la ragione, il nome deve aver portato una sorta di stima, status o potere, e uno storico ha detto di questo:

Potrebbe essere stato magico, potrebbero aver copiato i simboli dall’impero romano scomparso, potrebbe essere stato semplicemente perché qualcuno pensava che il nome gli piacesse, come mettere il nome Apple su un computer.

Inoltre non sappiamo esattamente dove furono fatte, anche se è stato suggerito che non sarebbe stato lontano da dove furono trovate, e molto probabilmente nel Regno di Francia, che era ben noto rinomato per la produzione delle spade a quel tempo, anche se rimane ancora un mistero sul perché queste fossero di qualità molto migliore e design più avanzato rispetto ad altre spade di allora. L’unica cosa che sappiamo è che una spada Ulfberht sarebbe stata un oggetto follemente costoso e lussuoso all’epoca, un simbolo di status e potenza, un po ‘come la Ferrari delle spade, e proprio come con gli oggetti di lusso oggi sono stati trovati falsi anche di spade Ulfberht, che portano il nome ma non la qualità della spada reale. Probabilmente furono fatte incidere con il nome Ulfberht,e vendute come originali, visto il profitto che se ne poteva ricavare. L’esperto di spade moderne Alan Williams ha detto di questo:

Deve essere stato un momento spaventoso quando un vichingo realizzava che aveva pagato due mucche per una falsa spada leggendaria; uno scontro di lama su lama in battaglia avrebbe portato alla luce la falsità della sua spada, nel peggiore dei modi.

È anche noto che i metodi per fabbricare queste spade sarebbero stati sicuramente un segreto strettamente custodito, il che aiuta a spiegare perché non rimangono tracce di come siano state fatte, rendendo ulteriormente oscure le loro origini. È interessante notare che la produzione di spade Ulfberht sembra essersi completamente fermata nel decimo secolo, con lame di uguale qualità che non sono più apparse in Europa fino a circa 1.000 anni dopo. Non si sa esattamente perché la fabbricazione di queste spade dovrebbe improvvisamente fermarsi, e ci sono teorie come quella che forse il segreto è stato mantenuto solo con alcune persone che sono state uccise e che quindi la loro ricetta fu andata perduta, o che la via commerciale che ha fornito i materiali si è prosciugata, o che il il segreto è stato volontariamente distrutto, ma nessuno lo sa con certezza. Alla fine nessuno sa davvero chi ha creato queste spade, come o perché e probabilmente mai nessuno lo saprà con certezza.

Post Correlati

Segui Antro della Magia
error
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami