Nel 2014, primo cardinale della Chiesa cattolica di Haiti , il cardinale Chibly Langlois ha dichiarato a The Guardian in un’intervista che il culto del vudù era un “grosso problema sociale” nel suo paese.

In uno dei paesi più poveri del mondo, il cardinale Langlois ha affermato che le persone sentono che il voodoo offre soluzioni magiche e veloci alla miriade di problemi che hanno nella loro difficile vita.

“Se una persona è ben educata e ha i mezzi finanziari, andrà da un medico [invece del sacerdote vudù] quando si ammala. Se quella stessa persona andasse in tribunale per ottenere giustizia, non andrebbe dal sacerdote vudù per vendicarsi. È un grosso problema per la chiesa. E per Haiti ”, citava il cardinale.

I sentimenti del cardinale Langlois sono condivisi da molti oggi come lo erano allora. Almeno, una volta Papa Benedetto XVI ha consigliato ai cristiani del Benin di rinunciare a quello che crede sia “il sincretismo che inganna”.

Ciò che i due uomini forse capiscono ma non desiderano capire, è il fatto che il voodoo sia la base culturale delle identità di quel popolo. Come l’induismo per gli indiani, la fede vudù non può essere soppiantata secondo i capricci degli adoratori di nuovi dei.

Sia in Benin che ad Haiti, il voodoo è immerso nella weltanschauung
( Concezione del mondo, della vita) della gente. In realtà è il cattolicesimo che deve convincerli che vale la pena provare.

La storia del rapporto tra voodoo e cattolicesimo ad Haiti è sempre stata stratificata e il cattolicesimo è riuscito a farsi strada nella coscienza del popolo di origine africana.

Infatti quello che oggi è noto come voodoo ad Haiti è un miscuglio di tradizioni dell’Africa centrale e occidentale con ciò che è alla base in gran parte tra il Fon e l’Ewe del moderno Benin e Togo.

Nel cosiddetto Nuovo Mondo, gli schiavi africani portarono i loro dei e le loro tradizioni. Oltre allo scopo della spiritualità, la loro religione avrebbe dovuto favorire un senso di comunità.

Ma nel 1685, un decreto di Luigi XIV di Francia noto come Code Noir mirava alle fedi degli africani nei Caraibi attraverso due disposizioni.

La prima disposizione vietava agli africani di praticare apertamente la religione d’origine. In secondo luogo, tutti gli schiavisti dovevano convertire i loro schiavi al cattolicesimo entro otto giorni dal loro arrivo a Saint-Domingue, in seguito ad Haiti.

Il cattolicesimo era quindi uno strumento per la soppressione dell’identità e dell’umanità degli schiavi. Questo era essenzialmente il punto degli schiavisti e dei nobili in Francia.

Ma quello che è successo dopo ha visto gli africani sincronizzare le loro fedi con la religione cattolica. I rituali, i santi e persino i rosari e le statuette sono stati tutti adottati nella pratica del voodoo.

Alcuni dei santi furono reinventati, inclusa la Vergine Maria come Ezili. Saint Jacques come Ogou e Saint Patrick come Dambala. Alcune cerimonie e rituali furono anche incorporati con elementi cattolici come l’adozione del calendario cattolico.

Loading...

Per centinaia di anni, mentre il cattolicesimo spazzava il paese, insieme ad altri marchi del cristianesimo, il culto vudù si nascondeva sotto la società haitiana.

Ma ciò che era considerato stregoneria fu bandito nel 1934 nel codice penale di Haiti. Gli anni ’40 videro una diffusa persecuzione dei praticanti voodoo in quelle che erano conosciute come campagne “anti-superstizione”. 

Ciò avvenne anche dopo che Haiti aveva conquisito l’autogoverno ed è rimasta tale fino al 1987. Nel 2003, l’adorazione vudù è finalmente stata riconosciuta come una delle religioni ufficiali dello stato.

Apparentemente, quattrocento anni di clandestinità erano stati portati a termine con quanto accaduto nel 2003. Ma i praticanti di voodoo sono pensati in qualche modo, come praticanti di una fede inferiore.

Il cardinale Langlois incarna questo senso quando dice: “Ecco perché le cerimonie vudù si svolgono durante la notte. Si vergognano di dire che lo praticano. “

Ciò che Langlois non capisce è che il voodoo è haitiano. Il cattolicesimo è ciò che non lo è.

Post Correlati

Segui Antro della Magia
0 0 vote
Article Rating
Loading...

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments