Lough Gur Stone Circle non è solo il più antico e il più grande cerchio di pietre d’Irlanda ma probabilmente anche d’Europa

È il più grande cerchio di pietre in piedi in Irlanda, di 150 piedi di diametro e racchiuso da 113 pietre in piedi. La pietra più grande è Rannach Chruim Duibh (Crom Dubh’s Division) ed è alta più di 13 piedi e pesa 40 tonnellate. Le pietre d’ingresso sono abbinate da una coppia di lastre ugualmente impressionanti sul lato sud-ovest, le cui cime si inclinano l’una verso l’altra per formare una forma a V.

Il cerchio di pietre si trova a Grange, ed è composto da un anello di monoliti continui fino a 2,8 m di altezza, con un diametro di 45, sostenuto da una sponda di terra larga 9 metri e alta circa 1,2 m. L’ingresso sul lato est è pavimentato e fiancheggiato da altri monoliti. 

Durante gli scavi si è scoperto che il sito era disseminato di vasellame tardo neolitico. La sua forma quasi perfetta e la scoperta di un buco nel centro del recinto, indicano che il cerchio è stato misurato da un palo centrale con una corda. Dodici grandi ortostati ( L’ortostato è, nell’architettura, una lastra in pietra, legno o terracotta con funzione di sostegno o di contenimento e anche di abbellimento, se decorato o iscritto. ) sono stati posizionati ad intervalli attorno all’anello di pietra, ciascuno in piedi direttamente di fronte all’altra delle pietre “assiali”. Le pietre sono contigue piuttosto che indipendenti, e la sponda circostante la fa sembrare più una forma di monumento henge che un cerchio di pietre convenzionale. Questo terrapieno e la disposizione precisa degli ortostati suggeriscono che questo sito avesse uno scopo rituale.

A breve distanza a nord-nord-est del cerchio di pietre principale, si trova un secondo cerchio più piccolo, anch’esso costruito con pietre di grandi dimensioni. E a nord di questo piccolo cerchio c’è una grande monolite pendente.

Pagani da tutto il mondo, arrivano ogni notte di mezza estate per una notte di festeggiamenti, danze e cerimonie facendo culminare il tutto in una veglia all’alba per osservare i raggi del sole che attraversano il passaggio principale del cerchio.

Avvolto nel mito e nel mistero, come l’intera area che circonda il leggendario Lough Gur, dove si dice che il fantasma dell’ultimo Conte di Desmond cavalchi il suo stallone bianco e di come lo si possa vedere correre intorno al lago ogni sette anni . La prova di una continua abitazione umana negli ultimi 6000 anni è venuta alla luce solo quando il lago è stato prosciugato a metà del secolo scorso e migliaia di oggetti sono stati ritrovati su pietra focaia, asce e punte di lancia, frammenti di ceramica di Beaker e un imponente scudo di bronzo litorale adesso esposto nel sito stesso.

Questo luogo è inoltre ricco di leggende e luoghi curiosi, uno di essi è senza dubbio L’albero delle Fate, di cui potrete trovare la storia nel seguente articolo:

Post Correlati

Segui Antro della Magia
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami