A Salem, nel New Hampshire, una formazione rocciosa conosciuta come la Stonehenge americana, con monoliti di granito, è stata vandalizzata, inoltre i vandali hanno usato uno strumento di macinazione per deturpare una roccia su cui erano stati rinvenuti antichi dipinti. Una grande croce di legno era infilata tra due alberi con disegni e foto allegati. La polizia sta tentando di identificare le persone nelle foto e sta chiedendo aiuto ai residenti della zona.

La Stonhenge americana, come viene chiamata, è una formazione rocciosa circolare di trenta acri al largo dell’Interstate 93 vi sono molte teorie sull’origine. Secondo BU Bridge, alcuni sostengono che fu costruita più di quattromila anni fa dalle stesse persone che costruirono la Stonehenge in Gran Bretagna.

Il professor Curtis Runnels della Boston University, tuttavia, afferma che si tratta di una struttura più recente perché nella zona o nel Nord America non sono stati scoperti artefatti dell’età del bronzo e non ci sono prove di europei che visitano il continente nordamericano oltre ai norvegesi che hanno visitato Terranova nel 1000 d.C.

L’America’s Stonehenge era conosciuta come Mystery Hill nel 1936 ed era di proprietà dell’archeologo William Goodwin che credeva che fosse stato costruito dai monaci Culdee dall’Irlanda. Fu venduto a Dennis Stone che trasformò l’area in un’attrazione turistica nel 1958 e attualmente addebita dodici dollari per l’entrata al sito.

Nel 1835, un libro intitolato American Antiquities and Discoveries in the West è stato pubblicato da Josiah Priest, in cui si afferma che ci sono rovine di un antico forte romano a Marietta, in Georgia, e che le tribù native del Nord America discendevano da antichi sciti che provenivano dall’est Asia.

Basava questa idea sul fatto che lo scalping (fare lo scalpo), la tortura, il tipo di strumenti usati e i metodi di caccia usati dagli indigeni sono gli stessi dei costumi sciti. Il libro,disponibile su Google Libri, afferma anche che i nativi hanno copiato anche le tradizioni ebraiche, che nella mente di Priest dimostra la discendenza sia degli israeliti che degli sciti.

Priest continua citando l’Antico Testamento per dimostrare molte delle sue teorie, discute di Atlantide e nell’ultimo capitolo i tentativi di dimostrare che gli antichi romani avevano visitato le Americhe a causa delle somiglianze dei loro sistemi stradali e dell’intrattenimento dei gladiatori. Il libro di Priest è stato screditato dalla maggior parte dei geologi moderni a causa di congetture e mancanza di prove scientifiche. A causa di questo libro, tuttavia, le voci hanno dilagato per quanto riguarda la costruzione degli antichi europei in America.

Un altro libro, America BC ., Dell’archeologo Barry Fell dell’Università di Harvard, afferma che Fell trovò una tavoletta con un messaggio scritto in Ogham, un alfabeto celtico. All’improvviso la gente stava trovando iscrizioni in tutto il New England, la maggior parte delle quali ha dimostrato di essere graffi da vomeri. Afferma anche che diverse lingue dei nativi americani si sono evolute dagli egiziani e da altre popolazioni del Mediterraneo. Il sito ufficiale dell’America’s Stonehenge supporta le affermazioni di Fell.

Mentre le rocce dell’America’s Stonehenge sono state datate al carbonio intorno al 200 a.C., Runnels non capisce come gli altri possano affermare che doveva essere opera di europei piuttosto che di nativi americani. Erano interessati agli eventi astronomici, così come gli altri popoli antichi del mondo, e avrebbero potuto benissimo costruire templi e monumenti che si allineano con il sole e la luna come fa lo Stonehenge americano.

C’è chi sostiene che la formazione rocciosa fu costruita da un calzolaio, Jonathan Pattee nel 1800. Un archeologo antropologico dell’Università del New Hampshire, Meghan Howey, pensa che il sito fosse un’abitazione coloniale e ha detto che ci sono spiegazioni banali per le strane formazioni, secondo Phys.org.

Tra gli oppositori, Stone ha osservato: “Sono un po ‘ignoranti di tutti i fatti del sito. Non sto dicendo che sono stupidi, solo che non conoscono i fatti. “

The Archaeology of New Hampshire: Exploring 10,000 Years in the Granite State è stato pubblicato nel 2006 dall’archeologo della Plymouth State University, David Starbuck, che ha osservato che la Stonehenge americana è “indubbiamente provocatoria, sconcertante e, soprattutto, controversa”.

Per quanto riguarda il recente vandalismo, il leader dell’Unione del New Hampshire riferisce che il macinino è stato usato per vandalizzare quella che si ritiene essere una pietra sacrificale con simboli che possono essere anti-massonici. Le fotografie sulla croce erano di un bambino e un giovane. La polizia spera che l’identificazione delle persone nelle foto possa fornire un collegamento per risolvere questo crimine.

Post Correlati

Segui Antro della Magia
error
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami