Luna Piena del mese, che sarà ricca di energia. Ciò è dovuto al fatto che l’Ariete è un segno infuocato e cardinale e Marte si pone come suo sovrano.

Inizia a far freddo ed è importante cercare cibo per il lungo inverno che si avvicina. Nei campi dei nativi americani è tutto un fremito di caccia, adesso che la neve ancora non c’è e che gli animali sono ancora “disponibili”.

L’equinozio di autunno è ormai lontano e questa è la prima luna piena da quando la terza stagione dell’anno è iniziata. Il raccolto è quindi stato fatto, ma scorte di carne non sono ancora sufficienti per resistere ai gelidi inverni del Nord America.

Perché Luna del Cacciatore

Ecco perché Luna del Cacciatore, particolarmente riverita dai nativi perché segnava, o quasi, la sopravvivenza o meno per molte tribù. In particolare, è quella degli Algonchini che ha fatto da padrona nella tradizione, “imponendo” i nomi ancora oggi ricordati.

Come spiega l’Uai, però, non sempre la luna piena di ottobre è chiamata così. Innanzitutto a volte è chiamata anche Luna del Sangue o Luna Sanguigna sempre per via della “spietata” caccia, ma soprattutto, se il plenilunio di ottobre è più vicino all’equinozio di autunno di quello di settembre, viene chiamata la Luna del Raccolto.

Così è stato nel 2018 quando fu luna piena il 5 ottobre, più vicina all’equinozio d’autunno della luna piena di settembre (apparsa il 6). E’ così circa ogni tre anni, la prossima volta nel 2021

Molti dei nomi dati alle lune piene risalgono a centinaia di anni fa fino agli indigeni americani e sono stati tramandati ai coloni americani giunti in Nord America. Le tribù indigene degli Algonchini si riferivano alla luna di ottobre come alla Luna del Cacciatore perché segnalava il momento di andare a caccia in preparazione per l’inverno. Dal momento che in questo periodo dell’anno i campi sono già stati mietuti, i cacciatori possono facilmente avvistare cervi e altri animali, così come le volpi giunte per cibarsi di loro.

Questo è in realtà uno dei molti nomi dati alla luna piena di ottobre nel corso dei secoli dalle culture di tutto il mondo. Nell’Asia sudorientale, per esempio, ottobre segna tipicamente la fine della stagione dei monsoni e ha influenzato il nome dato alla luna piena del mese. Per gli induisti, questa luna piena è chiamata Sharad Purnima, una festa del raccolto che segna la fine delle piogge. Per i Buddisti, questa luna piena prende il nome di Pavarana, la fine del Vassa, ossia il periodo di digiuno di 3 mesi per i monaci buddisti legato ai monsoni.

Perché la Luna del Cacciatore è speciale?

La maggior parte dei nomi dati alla luna nel corso dei mesi proviene dagli indigeni americani e dal folklore americano. Tuttavia, quella della Luna piena del Cacciatore è una definizione astronomica di lunga data. Nello specifico, è sempre la prima luna dopo la Luna del Raccolto, ossia la luna piena più vicina all’equinozio d’autunno. La Luna del Cacciatore sorge intorno al tramonto del sole e tramonta intorno all’alba. È l’unica notte del mese in cui la luna è presente nel cielo per tutta la notte. Poiché la Luna del Cacciatore sorge intorno al momento del tramonto, vicina all’orizzonte, potrebbe apparire più grande e più arancione rispetto alla “solita” luna. Questo è conosciuto come Illusione lunare, un effetto dei nostri occhi ancora molto dibattuto.

Tutti coloro che decideranno di ammirare la Luna del Cacciatore, con un po’ di fortuna potranno anche osservare qualche meteora sfrecciare nel cielo. “Stelle cadenti” attive nel mese di ottobre e nei primi giorni di novembre, le Orionidi devono il loro nome al radiante (il punto da cui lo sciame sembra originarsi), che si trova in corrispondenza della costellazione di Orione. Come le Eta Aquaridi, le meteore sono originate dal passaggio nei resti della Cometa di Halley. Visibili circa 20 “stelle cadenti” l’ora dal 2 ottobre al 7 novembre, il picco nel cielo sarà raggiunto fra il 20 e il 23 ottobre, con un massimo di meteore variabile fra le 20 e le 60 l’ora.

Significato spirituale

Alla Luna, si sa, si sono ispirati poeti e cantanti per secoli e anche oggi rappresenta una Musa ispiratrice per i romantici. Accanto a questo, non mancano moltissime tradizioni popolari e leggende, che narrano di vere e presunte influenze sulla natura, a volte creando dei singolari mix di scienza e credenze popolari.

In particolare, secondo alcune teorie, la luna piena di ottobre ha molto a che fare con l’anima interiore. Considerata una sorta di “fase di passaggio”, potrebbe spingerci ad un’introspezione più profonda, spingendoci a riflettere sulla nostra capacità di “lasciare andare le cose”. La calma prima dell’arrivo del freddo inverno.

Al di là di presunti significati esoterici, di certo ammirare la Luna piena, in qualsiasi mese dell’anno, può darci pace e serenità, così come in generale il contatto con la natura, alle sole luci del firmamento e al solo suono di uccelli e altri animali. Perché, dunque, privarcene?

La Luna in Ariete

Questa luna piena cade nel terzo decano dell’Ariete e la Luna qui non ha alcuna dignità è di solito la luna acquosa ed emotiva è abbastanza scomoda e persino abbastanza vulnerabile in Ariete. Tuttavia, questo decano governato da Venere / Giove ha una certa atmosfera acquosa e per colpa delle stelle marine. Credo che le emozioni incanalate nel modo giusto qui possano ancora farci avere successo nonostante i problemi di alcune delle stelle fisse difficili.

Loading...

La Luna può rifluire e fluire attraverso questo decano di mare mosso. La Luna si sente abbastanza a suo agio qui poiché la follia oscura di questo decano è qualcosa in cui l’immaginazione può davvero prosperare. Quindi è davvero importante avere uno sbocco creativo con cui liberare le nostre passioni in questo momento. Ancora una volta, come il Sole nel terzo decano dell’Ariete, avremo davvero bisogno di esibire le nostre lune in continua evoluzione per un pubblico. Le nostre emozioni danzanti sono spesso molto divertenti, anche se è solo un appello a un amico su quanto terribile sia stato il servizio nel negozio locale. L’Ariete del terzo decano rende la nostra esperienza una ricerca avventurosa piuttosto che un gemito mondano su frutta e verdura di qualità inferiore. In questa luna piena, ottobre 2019, le minuzie della vita quotidiana hanno il potenziale per un dramma elevato, un po’ come un film di Mike Leigh…
CONTINUA L’APPROFONDIMENTO SULLA LUNA DI OTTOBRE

Crediti: https://grandenapoli.it
Finnicella

Post Correlati

Segui Antro della Magia
error
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami