La storia delle donne nella birra risale a millenni fa dove era una professione rispettata. In che modo ha contribuito a dare origine alla nostra moderna immagine di streghe?

Miliardi di persone nel mondo si godono una bella birra la sera per rilassarsi. La birra è la terza bevanda più consumata al mondo dopo acqua e tè ed è stata una parte essenziale della dieta umana per almeno 7000 anni. Anche per quelli di noi che non sono appassionati della bevanda, la storia della birra è comunque una cosa curiosa da studiare . Soprattutto se siete donne perche la storia della produzione di birra è principalmente una storia di donne.

Una storia di birrai donne

La birra era originariamente prodotta quasi esclusivamente da donne, quindi affermano gli archeologi che studiano la fermentazione . Con l’antica divisione del lavoro che cacciava gli uomini a caccia, spettava alle donne raccogliere gli ingredienti e preparare le bevande. La prova della produzione della birra può essere trovata fin dal quinto millennio a.C. in Iran e potrebbe essere stata citata da un alewife in The Epic of Gilgamesh, la più antica opera di letteratura conosciuta.

Si pensa che le donne producessero birra quasi esclusivamente in Mesopotamia fino all’ascesa dell’Impero romano quando i record mostrano un aumento del numero di birrai maschi in Egitto. Le donne hanno continuato a essere le principali produttrici di birra nel nord Europa, con le donne che hanno quasi il monopolio sulla produzione di homebrew nella Scandinavia Vichinga. Questa tendenza è diminuita, tuttavia, quando il feudalesimo ha iniziato a ristrutturare la società durante i periodi bui.

Mentre gli uomini hanno continuato a occuparsi della produzione della birra, ciò non ha impedito alle donne di avere ancora un ruolo, in particolare nelle scuole materne. La suora polimatica tedesca St. Hildegard di Bingen ha la particolarità di essere la prima persona a raccomandare pubblicamente l’uso del luppolo nella produzione della birra per le sue proprietà di “guarigione, amaro e conservazione” molto prima di chiunque altro.  

Tuttavia, le cose mutarono da difficili a pericolose per la vita di molte donne nella produzione di birra, poiché la persecuzione contro le sospette streghe iniziò a crescere in Europa

Mother Louse,witch Credit: Wellcome Library, London. Wellcome Images images@wellcome.ac.uk http://wellcomeimages.org Mother Louse: witch A collection of four hundred portraits. Published: circa 1880 Copyrighted work available under Creative Commons Attribution only licence CC BY 4.0 http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

Aspetta, streghe?

Nei periodi bui, i birrai, le donne che producevano birra, avevano alcuni metodi pubblicitari piuttosto strani. Da notare in mercati affollati, tendevano a indossare cappelli alti e appuntiti. Per indicare quando era pronta una birra, i manici di scopa sarebbero stati posizionati sulle porte delle birrerie. Anche le immagini di calderoni schiumosi pieni di prodotto pronto e stelle a sei facce per indicare la qualità della birra abbondavano. Infine, per manifesta necessità, i gatti sarebbero stati tenuti nelle birrerie per proteggere i cereali dai topi.

Mentre la connessione tra le immagini di una strega e un birraio d’epoca è chiara, il ragionamento alla base rimane un argomento di dibattito. Uno scrittore del German Beer Instituteovviamente ne hanno uno! ) Afferma che “ In una cultura in cui la birra definisce parte del carattere nazionale, la questione di chi controlla la birra è fondamentale . Chi ha la mano sulle leve del potere, ha anche il pollice nel boccale di birra della gente ”. 

Con l’emanazione di standard di qualità per la birra nel 1500, le più antiche leggi sulla purezza alimentare ancora in circolazione, molte donne furono costrette ad abbandonare il mercato a causa dell’aumento dei costi di produzione. In poche centinaia di anni le fabbriche di birra furono monopolizzate dagli uomini.

Sarebbe stato anche pericoloso essere una donna con una vasta conoscenza di come le erbe e le piante potrebbero mescolarsi bene insieme per fornire nutrimento e guarigione al bevitore quando le indagini per stregoneria erano al culmine in tutta Europa. Dato che la produzione di birra richiederebbe proprio queste abilità, non sarebbe difficile confondere l’alewife locale con una strega senza malizia. 

Alcuni dei cambiamenti nel rapporto tra uomini e donne nella produzione della birra si basano su idee vecchio stile su ciò che le donne dovrebbero fare con il loro tempo. Nel 1540 la città di Chester vietò alle donne di età compresa tra i 14 e i 40 anni di essere alleate nella speranza di spostare il commercio verso le donne al di fuori dell’età fertile. Mentre le donne della professione in quel periodo in Inghilterra erano accusate di ingannare i clienti e di avere diversi tratti “indesiderabili”, i registri mostrano che le donne non erano meno affidabili degli uomini. 

Il che ci porta ad oggi

Le donne hanno sempre avuto una mano nella preparazione della birra. Con la scarsa qualità dell’acqua prima dei moderni metodi di igienizzazione, queste donne hanno svolto un ruolo vitale nel mantenere l’umanità sana e nutrita. Mentre l’occupazione è stata assunta da tempo dagli uomini in Occidente, è rimasta un lavoro femminile in alcune parti dell’America Latina e dell’Africa. Mentre le donne iniziano a rientrare nel settore della birra con meno timori di essere bruciate come streghe, possono mettersi nei panni di innumerevoli produttori di birra davanti a loro. Le amanti della birra possono gioire di questa notizia.

Crediti: https://bigthink.com

Segui Antro della Magia
0 0 vote
Article Rating
Loading...

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments