Uno studente di quinta elementare ha scoperto un ‘gioiello’ decorato con antiche iscrizioni runiche turche. Pavel Yakovlev ha fatto la “grande scoperta scientifica” vicino al suo villaggio in Yakutia.

Si ritiene che le quattro parole siano nella scrittura tipo Orkhon-Yenisei.

Lo studente di quinta elementare Pavel ha scoperto i “gioielli” decorati con antiche iscrizioni runiche turche. 
Immagini: Michil Yakovlev

Tali scritti si trovano normalmente nell’arte rupestre in Yakutia, conosciuta anche come la Repubblica di Sakha, la regione più fredda del mondo e la più grande della Federazione Russa. 

L’accademico Ninel Malysheva disse: ‘Raramente si trovano rune su cose come talismani e amuleti. 

‘Se si conferma che questo osso trovato nel distretto di Namsky è autentico, sarà una grande scoperta scientifica per la repubblica. 

“È ora necessario uno studio completo che coinvolga paleontologi, archeologi e turkologi.”

Sono in corso studi sulla datazione esatta e sulla decodifica dell’iscrizione presso il Museo della scrittura, parte della North-Eastern Federal University (NEFU).

Una teoria è che le parole esprimano “buoni auguri”, ma gli scienziati sperano di trovare il significato esatto. 

Il villaggio di Pavel si trova a circa 100 chilometri a nord di Yakutsk, la capitale regionale e la città più fredda del mondo.

Un altro esempio di rune turche in Yaktutia è la cosiddetta iscrizione Petrov.

È una scrittura realizzata con ocra a circa 200 km da Yakutsk. È conosciuta come l’iscrizione delle rune più a nord del mondo.

Sono in corso studi sulla datazione esatta e sulla decodifica dell’iscrizione presso il Museo della scrittura, parte della North-Eastern Federal University (NEFU). 
Immagine: Michil Yakovlev

I ricercatori a metà del secolo scorso credevano che l’iscrizione indicasse la posizione del tesoro medievale.

Si dice che una traduzione letterale reciti: “Perle della tribù Az”.
Tali scritti turchi risalgono a 1.000 anni o più. |

La vecchia scrittura turca – nota anche come variamente scrittura Göktürk, scrittura Orkhon, scrittura Orkhon-Yenisei – è l’alfabeto usato dai Göktürks e altri primi khanati turchi durante l’ottavo e il decimo secolo.

Loading...

La scrittura prende il nome dalla valle di Orkhon in Mongolia, dove furono scoperte iscrizioni dell’8 ° secolo in una spedizione del 1889 di Nikolai Yadrintsev. 

Queste iscrizioni Orkhon furono pubblicate da Vasily Radlov e decifrate dal filologo danese Vilhelm Thomsen nel 1893.

Questo sistema di scrittura fu successivamente utilizzato all’interno dell’Uyghur Khaganate.

Inoltre, una variante siberiana è nota dalle iscrizioni Yenisei Kirghiz del IX secolo e ha probabilmente cugini nella valle di Talas in Turkestan e nell’antico alfabeto ungherese del 10 ° secolo. Le parole venivano solitamente scritte da destra a sinistra.

Un altro esempio di rune turche in Yaktutia è la cosiddetta iscrizione Petrov. 
Immagine: NEFU

Le lettere runiche di Yakut sono le meno studiate in Siberia.

Provocano accese discussioni tra linguisti e turkologi. 

Ma la maggior parte dei nuovi ritrovamenti di iscrizioni sono realizzati in Yakutia. 

Ora il numero totale che trova tutto lo Yakutian è vicino a 90.

La maggior parte delle iscrizioni runiche della Yakutia non è stata ancora decifrata.

Crediti: https://www.ancient-origins.net/

Post Correlati

Segui Antro della Magia
error
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami