Questa muraglia maledetta, 
dove anche la luce del giorno benvenuta si 
trascina ma al crepuscolo attraverso i vetri dipinti. 
Immerso in un mucchio 
di libri rovesciati , grigi di polvere, 
che strisciano verso il soffitto a volta.

Goethe, Faust, Part One

Situata ad Amsterdam, la Biblioteca Ritman , nota anche come Bibliotheca Philosophica Hermetica, è una biblioteca privata che ospita la più grande collezione al mondo di libri e manoscritti occulti. Questa raccolta ancora in crescita comprende 25.000 testi, tra cui 4.500 libri e manoscritti pre-1800, su argomenti di ” Ermetica, Rosacroce, Teosofia, Alchimia, Misticismo, Gnosi ed Esoterismo occidentale, Sufismo, Cabala, Antroposofia, Catharismo, Massoneria, Teologia, Giuda, Juda Graal, esoterismo e religione comparata “.

La biblioteca ha iniziato a scansionare e pubblicare la sua raccolta principale in un archivio online chiamato The Hermetically Open Archive . Il progetto fu sottoscritto da Dan Brown in ringraziamento per il contributo della biblioteca ai suoi libri “Il simbolo perduto” e “Inferno” (la biblioteca ospita la prima edizione illustrata della “Divina Commedia” di Dante, del 1472).

Sebbene le scansioni siano tutte di dominio pubblico, la libreria utilizza trucchi Javascript per tentare di bloccare lo copia dei preziosi testi, sebbene, secondo Maika di Haute Macabre, ci siano piani per consentirene il download in futuro.

“È sempre stato il mio obiettivo collegare questa casa del tesoro con la comunità in generale e rendere i testi – le fonti – disponibili per un vasto pubblico. 
Dal momento in cui la biblioteca ha aperto le sue porte, non è stata solo una raccolta di libri storicamente importanti, ma soprattutto un istituto vivente e “ermeticamente aperto” a tutti “.

–Joost R. Ritman, fondatore della Biblioteca Ritman

Mentre seleziono e sfoglio i libri attraverso questa straordinaria raccolta virtuale, volumi come il Corpus Hermeticum , pubblicato nel 1503, ricordi sensoriali di biblioteche, vecchie librerie e tomi polverosi mi riempiono la testa di immaginazioni su come deve essere presenza fisica di questi straordinari libri. Sento che dovrei indossare Dee o Ü  dai nostri meravigliosi amici del Black Phoenix Alchemy Lab per evocarli correttamente.

In realtà, un’apprezzata unzione BPAL sembra un bel rituale in cui impegnarsi prima di entrare  nella raccolta digitale di testi occulti della Biblioteca Ritman .

Vuoi saperne di più su The Ritman Library? Un documentario intitolato  The Ritman Library – Amsterdam è  stato rilasciato da Artoldo Pictures nel 2017 ed è disponibile per lo streaming tramite diverse fonti:

Credit: http://hautemacabre.com
https://www.ritmanlibrary.com

Post Correlati

Segui Antro della Magia
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami