Solstizio d’estate a Stonehenge, la spettacolare alba tra i megaliti. FOTO

Nel giorno più lungo dell’anno, si rinnova il rito in uno dei festival pagani più popolari in Gran Bretagna. Riunisce hippie, druidi e seguaci di religioni neopagane come il celtismo e la Wicca .

Migliaia di adepti e curiosi anche quest’anno si sono dati appuntamento a Stonehenge, il sito neolitico inglese, per assistere allo spettacolare solstizio d’estate tra i megaliti.

L’appuntamento riunisce hippie, druidi e seguaci di religioni neopagane come il celtismo e la Wicca, in uno dei festival pagani più popolari in tutta la Gran Bretagna.

Nel giorno più lungo dell’anno, i raggi del sole hanno centrato esattamente – alle 4.52 ora locale, le 5.52 in Italia – la grande pietra (Hill Stone)

La Hill Stone è indicata come antico ingresso dello Stone Circle, dove si ritiene che il solstizio sia stato celebrato per migliaia di anni

Tra canti scanditi dal suono dei tamburi, costumi caratteristici tipici delle credenze neopagane e balli rituali, si è salutato il sorgere del sole

Il 21 giugno, ogni anno, è il giorno in cui il solstizio d’estate arriva nell’emisfero nord del globo e il sole tocca il picco della sua elevazione

Stonehenge si trova al centro di una vasta zona di interesse archeologico (2.600 ettari) che si stende attorno al circolo di enormi pietre

Il sito comprende 350 colline-sepolcro, alcune di epoca neolitica, altre dell’età del bronzo.

La costruzione di Stonehenge, secondo gli archeologi, risale al 3.100 a.C., quando locali popolazioni neolitiche iniziarono a scavare nella zona usando corna di cervo come unico strumento.

Related Post

Le colossali pietre del circolo, che resiste ancora oggi, furono portate nella zona circa mille anni più tardi. Alcune anche da 385 km di distanza

Non c’è certezza tra gli studiosi su cosa fosse questo cerchio di pietre: un tempio, un luogo di sepoltura o un calendario astronomico, sono le ipotesi più accreditate

Nessuno ha poi scoperto come fecero quegli antichi costruttori ad innalzare massi che pesano fino a 45 tonnellate l’uno.

Per i seguaci della religione druidica, un culto che risale alla Gran Bretagna celtica, Stonehenge era un centro di spiritualità, oltre 2.000 anni fa.

Loading...

Il sito è aperto ai visitatori tutto l’anno, ma solo in occasione della celebrazione del solstizio d’estate viene permesso di sedersi tra le pietre e toccarle.

Balli e canti tradizionali accompagnano l’alba del giorno più lungo dell’anno.

Un momento di profonda pace spirituale e di connessione con la natura e con il prossimo. Qui siamo tutti uguali e tutte le religioni sono una in questo momento di mutua spirituale comunione.

Purtroppo molti visitato vengono solo perche ormai “fa moda” e questo rende il sito molto affollato e disturba chi invece si reca li per celebrare uno dei momenti più importanti ed intensi del calendario pagano.

Questo però non impedisce a noi veri pagani di celebrare un momento come questo, quindi non lasciatevi scoraggiare e se ne avete la possibilità organizzatevi per il prossimo solstizio perche è un momento davvero unico che va provato almeno una volta nella vita, la pace e la connessione che si sperimentano durante questa celebrazione sono davvero magici e ricchi di energia.

Crediti: https://tg24.sky.it
www.ansa.it

Post Correlati

Loading...
Leave a Comment