GLASTONBURY, Inghilterra – I messaggi sui social media sono arrivati ​​la scorsa settimana su che ciò che rimaneva del Sacro Albero Thorn su Wearyall Hill, nel sud di Glastonbury, che è stato nuovamente danneggiato.

L’albero, un tipo di biancospino – Crataegus monogyna , noto come biflora perché fiorisce due volte l’anno – era stato precedentemente danneggiato da un atto di vandalismo nel dicembre del 2010 con la distruzione di tutti i suoi rami, uccidendo quasi totalmente l’albero.

Poco dopo il vandalismo, l’albero è riuscito comunque a sviluppare qualche nuovo germoglio ma nessuno è sopravvissuto. Numerosi tentativi di propagazione di nuovi rami non hanno avuto successo. Dopo il vandalismo del 2010, il tronco dell’albero era stato circondato da barriere nel tentativo di preservare ciò che ne rimaneva da qualsiasi ulteriore danno.

Parte dell’albero salvata e fatte germogliare vicino l’abbazia.

La leggenda narra che l’albero abbia avuto origine dal bastone di Giuseppe d’Arimatea, che si recò a Glastonbury dopo la crocifissione di Gesù, e che poi piantò il suo bastone in Wearyall Hill che germogliò e cominciò a crescere. Nonostante le sue presunte origini cristiane, alcuni pagani lo consideravano sacro nonostante una diversa ideologia spirituale. Molti pagani che hanno fatto pellegrinaggi a Glastonbury hanno visitato l’albero e lo hanno circondato con bandiere di preghiera.

La storia narra che ad un certo punto tra il 1642 e il 1651 l’albero fu abbattuto dai soldati di Cromwell durante la guerra inglese poiché lo consideravano una reliquia della superstizione popolana. Si ritenne che le talee dell’albero originario fossero state prese e fatte germogliare altrove, in un’abbazia di Glastonbury e un’altra nella chiesa di San Giovanni Battista. L’albero che è stato distrutto la settimana scorsa è stato piantato nel 1951 e si ritiene che discenda proprio dall’originale.

Il danno più recente ha completamente cancellato ciò che restava dell’albero, strappando la corteccia e distruggendo il ceppo. C’è stata poca copertura da parte dei media, ma una breve dichiarazione sul sito web del Comune di Glastonbury .

Sacro Albero Thorn su Wearyall Hill

L’attacco all’albero arriva solo due giorni dopo che il consiglio comunale di Glastonbury ha negato un’applicazione per la costruzione di case su Wearyall Hill .

Nessuno è stato ancora processato per atti di vandalismo nel 2010 e intanto un altro luogo sacro alla cultura pagana è stato distrutto, deturpato. Purtroppo siamo ancora indietro per quanto riguarda la salvaguardia dei luoghi di culto pagani, poco tempo fa vi parlai dell’ostruzionismo fatto per la costruzione di un cimitero pagano, e ad oggi pare che la situazione non sia cambiata molto, siamo trattati come una religione di serie B.

Quello che mi meraviglia è che stavolta anche il cristianesimo ha perso un luogo sacro e di pellegrinaggio e non è stato detto o fatto nulla, questi luoghi di bellezza naturale vengono sempre più dimenticati a favore di chiese sfarzose e fredde.

Dobbiamo alzare la voce e farci sentire se non vogliamo che ogni luogo a noi sacro scompaia…

Post Correlati

Segui Antro della Magia
error
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami