Occupa il territorio dove una volta sorgevano i depositi di munizioni della flotta zarista.

Il territorio di Astangu, situato nei sobborghi a sud-ovest del centro della capitale estone, è a vocazione militare fin dall’inizio del XX secolo, quando venne costruita la fortezza marittima di Pietro il Grande: nel progetto iniziale era previsto lo scavo di decine di tunnel per conservare le munizioni destinate alle navi della flotta.

Lo scoppio della Prima Guerra Mondiale impose uno stop ai lavori e vennero completati soltanto due tunnel. In epoca sovietica il complesso venne utilizzato nuovamente come base militare, ed il numero di tunnel funzionanti fu portato a sei. 

Oggi ad Astangu non si trova più nessuno, tranne gli amanti delle rovine e dei luoghi carichi di mistero, come il bosco che circonda quello che resta della fortezza. Gli accessi ai tunnel, seppur ostruiti da macerie e talvolta immondizia, sono ancora aperti, mentre qua e la nella foresta spuntano fosse e condutture aperte, risalenti all’epoca zarista, dove basta un attimo per cadere..

Fonte: https://it.sputniknews.com

Post Correlati

Segui Antro della Magia
error
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami