Membro dei West Memphis Three scrive un nuovo libro che è in parte biografia, e in parte guida spirituale

L’interesse di Damien Echols per la magia risale a quando aveva sette anni. Mentre leggeva uno dei tabloid di sua nonna nella casa della sua famiglia in Mississippi, vide un annuncio di un libro: “Vuoi imparare la magia? Manda $ 5,95 a questo indirizzo e ti invieremo questo libro “, ricorda. In questo annuncio non si parlava di illusionismo o trucchi da mago, ma piuttosto di “stregoneria”, un percorso di evoluzione o trasformazione derivante dal proprio insieme di pratiche. Echols ai tempi pensava che nient’altro avrebbe avuto importanza se avesse potuto praticare la magia, ma crescendo nella povertà, non poteva permettersi il libro. Ma in futuro la magia sarebbe comunque diventata parte integrante della sua vita.

Sebbene sia attualmente un autore e un artista visivo, Echols è noto per essere uno dei ” >West Memphis Three “, tre adolescenti condannati per l’omicidio di tre ragazzini come parte di un rituale satanico nel 1993. (Sono stati successivamente scagionati da tutte le accuse nel 2011.) Nel suo ultimo libro, High Magick , l’autore spiega come la Magia abbia contribuito a salvare la sua vita mentre era dietro le sbarre per 17 anni per un crimine che non ha mai commesso. 

La pratica, su cui Echols si concentra nel suo libro, si riferisce alle pratiche energetiche, alla crescita spirituale, alle cerimonie e ai rituali. È ciò che ha contribuito a salvargli la vita mentre era ammalato in carcere e viveva da solo in isolamento. Il libro è una guida per aiutare i nuovi praticanti ​​ad applicare la magia alle loro esperienze quotidiane, ed è per questo che funziona come memoria parziale del suo quotidiano, e guida spirituale.

“I concetti [della gente] che queste pratiche provengono da cose come film dell’orrore e secoli di propaganda di organizzazioni religiose fondamentaliste che non sapevano nemmeno che cosa fosse la vera stregoneria”, Echols, 42 anni, dice a Rolling Stone . “Volevo correggere un po ‘di quello.” Fu solo quando fu messo nel braccio della morte che iniziò a praticare l’alta magia. “Quando ero in prigione, non avevo altro che tempo, così ho dedicato ogni singolo minuto di ogni singolo giorno per imparare tutto ciò che potevo dalle fonti classiche”, spiega.

Magick, secondo Echols, è più simile alle pratiche combinate di manifestazione e meditazione. “Direi che la magia è la via occidentale verso l’illuminazione”, dice. Ma la verità è che molte persone non sanno cosa significhi. “Il punto di vista della magia è di avvicinarsi alla fonte divina della creazione il più vicino possibile per diffondere i suoi raggi all’umanità”, dice Echols.

Mentre Echols è abbastanza istruito sul concetto di magia ora, non ha avuto accesso a nessun libro sull’argomento fino alla sua adolescenza. Cominciò a studiare tecniche come caricare l’acqua con l’energia della luna, ma non era quello che cercava tanto più voleva apprendere una vera magia cerimoniale. È qualcosa che è diventato pertinente per Echols quando la sua salute si stava deteriorando in prigione. Quando il dolore emotivo era più grande di quello fisico, cercava diverse tecniche di meditazione, visualizzazione e respiro per far fronte a tali situazioni. Ma oltre al dolore emotivo Echols soffriva anche di dolore fisico, dovuto alla malnutrizione, alla mancanza di luce solare e all’essere picchiato dalle guardie, cosa che ha descritto nel suo libro Life After Death.(Il Buio dietro me). “Ci sono state volte in cui sono stato picchiato così duramente che ho iniziato a pisciare sangue”, ricorda Echols. Per quel motivo, cercava sempre nell’alta magia modi per rimediare ai suoi molteplici stati di dolore, che lo hanno spronato a studiare sempre di più.

Echols dice che per lui mostrare quanto bene possa fare la magia è un modo per correggere la distorsione attribuitagli negli anni dal pregiudizio ed errate convinzioni. “Sto mostrando esattamente di cosa si tratta, chiarendo le percezioni errate di persone che non capiscono cosa sia, oltre a introdurre qualcosa che mi ha salvato la vita“, dice. “Questo è qualcosa che ho usato nei periodi più bui, più duri, più brutali, più di quanto la maggior parte delle persone nell’America dei nostri giorni attraverserà. Quindi, se ha funzionato per me in quei momenti, sicuramente aiuterà altre persone che potrebbero avere a che fare con altre situazioni difficili da superare “.

L’alta magia è qualcosa che ha aiutato Echols a superare quegli anni in prigione. Da quando ha riacquistato la libertà nel 2011, Echols ha continuato la sua pratica, anche se ci sono voluti due anni per ricominciare. Ora, Echols è tornato a praticare fino a cinque ore al giorno nello spazio del tempio che ha allestito nel suo appartamento. Il suo prossimo libro, che è già in scrittura, si concentrerà su angeli e arcangeli, approfondendo il modo in cui applicare la magia alle situazioni della vita reale e come lo hanno cambiato. “Ad essere onesti, non avrei compiuto 20 anni di prigione senza queste pratiche“, dice. “Cerco sempre di mostrare alle persone, che se mi ha aiutato quando ho attraversato questo, può aiutarti a superare qualunque cosa tu stia attraversando“.

Post Correlati

Segui Antro della Magia
0 0 vote
Article Rating
Loading...

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments