Un trio pagano ha intentato una personale battaglia contro l’amministrazione di Stonehenge, per poter pregare liberamente nel luogo di culto.

I fatti

Grace, 46 anni, di Ermin Street, Halcrow, 56, di Poplar Avenue e Lisa Mead, 52, di Banff, nell’Aberdeenshire, sono state tutte giudicate colpevoli di essere entrate all’interno dell’area protetta di Stonehenge senza ragionevoli scuse, due volte.

Il 4 febbraio, Mead e Halcrow facevano parte di un gruppo di 11 persone del movimento Free Stonehenge che ha ignorato i segnali e gli avvertimenti del personale della English Heritage e si sono avvicinati alle pietre. Erano stati avvertiti dalla polizia che stavano violando i regolamenti.

Poi, il 6 maggio, Mead, Halcrow e Grace superarono di nuovo la barriera fatta di corda. Alla corte viene riferito che la Halcrow aveva vagato nel sito per cantare e toccare le pietre.

Le donne, due delle quali proclamatesi Druide e l’altra Strega, hanno oltrepassato le recinzioni che normalmente proteggono i monoliti di Stonehenge dalla massa di turisti che ogni giorno affolla il sito. 
Il fatto è accaduto più volte, e il tutto giustificato dal fatto che secondo loro, Stonehenge è una bene di cui tutti i Druidi e Pagani devono poter godere e recarvisi liberamente per pregare, in quanto luogo di culto sacro al loro credo. 

Il giudice distrettuale Simon Cooper ha condannato tutte a una condanna condizionale di sei mesi.

Il giudice Cooper ha detto ad Angela Grace e Maryam, Halcrow e Lisa Mead – questi i nomi delle donne – rispettivamente di Swindon e Aberdeenshire che il diritto delle future generazioni di godersi Stonehenge intatto ha superato i loro diritti sanciti dalla convenzione europea di accedere alle pietre per l’adorazione e in quanto luogo di culto.
Le sue parole: 

“L’accesso invisibile e incontrollato al sito pregiudica i diritti futuri degli altri visitatori a goderselo per altri 8000 anni”.

Il giudice Cooper si è detto comunque commosso dalle motivazioni delle donne,  e dalla loro forza nel sostenere i diritti del loro culto, descrivendola come manifestazione sincera e toccante di fede.

L’accesso a Stonehenge è severamente restrittivo, tranne nei giorni del solstizio.

La corte ha sentito che English Heritage ha diversi giorni ha aperto l’accesso ad un numero chiuso di persone che vogliono entrare nel recinto costituito dalle pietre di Stonehenge ma la tariffa è di £ 38,50. Solo l’ingresso agli eventi del solstizio è gratuito.

L’autoproclamata “strega dalle siepi solitarie” Halcrow ha detto che il numero delle persone, i banchi di concessione alimentare, gli orinatoi e i fumi degli autobus e delle macchine al Solstizio d’Estate di quest’anno l’hanno lasciata stordita ed amareggiata.

Il giudice ha detto: “Ho sentito descrizioni degli eventi del Solstizio e posso capire perfettamente le parole di Miss Halcrow e che per lei l’esperienza è stata terrificante.

“Distruggono certamente il senso di spiritualità per coloro che desiderano pregare.”

Ma ha detto che non era compito della magistratura giudicare se le politiche di English Heritage fossero corrette.

Loading...

Le donne hanno promesso di ricorrere in appello

Maryam Halcrow, che si è descritta in fase di testimonianza come una “strega solitaria”, ha detto all’Inserzionista Swindon dopo l’interrogatorio:

“È il massimo che potevamo aspettarci e il Giudice Distrettuale ci ha dato le basi per portarlo oltre”. 

Lisa Mead ha aggiunto: “Sono entrata a Stonehenge per la prima volta quando avevo 16 anni e ho sentito le sottili energie terrestri fluire in questo luogo magico. Poi ho imparato come puoi guarire le persone con queste sottili energie terrestri. 

“Il mio messaggio per English Heritage è di smettere di sfruttare Stonehenge come una vacca da mungere. Non hanno alcun riguardo per le nostre credenze e pratiche spirituali. È solo profitto, profitto, profitto. “

English Heritage risponde …

A seguito del caso, Kate Davies, direttrice di Stonehenge della English Heritage, ha dichiarato: “Siamo soddisfatti del verdetto di colpevolezza della corte. I regolamenti di Stonehenge (1997) esistono per proteggere Stonehenge ora e per le generazioni future. Come guardiani del monumento, datore di lavoro e ospite di oltre un milione di visitatori da tutto il mondo ogni anno, non possiamo stare fermi a guardare e permettere alle persone di mettere a rischio il monumento di Stonehenge.

“Apprezziamo che Stonehenge abbia un significato spirituale per molte persone. Questo è il motivo per cui lavoriamo con gruppi pagani e druidi durante tutto l’anno per facilitare le opportunità di accesso per le cerimonie e l’accesso ai tempi nei solstizi e degli equinozi.

E voi cosa ne pensate? Chi ha ragione?

Post Correlati

Segui Antro della Magia
Loading...

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami